Home » Africa, Johannesburg, Sud Africa

Johannesburg, una città da evitare o da visitare?

1 maggio 2017 11 commenti

Johannesburg città pericolosa assolutamente da evitare o città ricca di storia e di cultura assolutamente da non perdere?
Siamo “capitati” a Johannesburg come tappa finale del nostro tour per gli stati dell’Africa del sud: Sud Africa, Namibia, Zambia, Zimbawe, di nuovo Sud Africa. Il nostro itinerario prevedeva un pernottamento e ripartenza il giorno dopo, un po incuiositi ma anche intimoriti dalla fama di città pericolosa, abbiamo comunque deciso di “allungare” la permanenza di un paio di giorni e devo dire che ne è valsa la pena. Johannesburg ( o Jo’burg come la chiamano i locali) è una delle città più particolari e piene di contrasti e pericolose che abbia mai visto. La definirei la città degli estremi.

Al di la delle attrazioni turistiche veramente notevoli, tutte legate alla storia di Mandela e dell’Apartheid che vi consiglio di vedere con estrema calma per via dei documenti da leggere e i contributi video da guardare: il quartiere ex ghetto malfamato (e ora un po troppo turistico) di Soweto con l’Hector Pieterson Museum, l’Apartheids museum, la casa di Nelson Mandela, il Museum Africa, Constitional Court, Constitional Hill, il View Point in Munro Drive, il Nelson Mandela Suspension bridge.

Dicevamo, al di la delle tappe culturali obbligate, il consiglio è di contattare una delle tante guide turistiche locali che effettuano tour di uno/due giorni facendovi scorrazzare in auto in sicurezza su e giù per la città. Il fai da te è sconsigliato, vuoi perchè la città è veramente grande, vuoi perchè alcune zone sono veramente pericolose e i mezzi pubblici una chimera.

La cosa che colpisce di più è che la città è veramente sconfinata, tipo Londra è un insieme di sobborghi, ognuno con un suo centro e una sua periferia. Alcuni sobborghi sono storicamente abitati da bianchi, altri storicamente da neri, altri sono stati “conquistati” dai neri dopo la fine dell’Apartheid e in questi quartieri che si notano i contrasti più forti. Johannesburg non ha il centro! Ovvero ce l’ha ma i quartieri centrali sono stati letteralmente abbandonati dai bianchi negli anni 90 e tutti gli uffici pubblici e privati, le catene di hotel, centri commerciali, si sono spostate nel quartiere periferico di Sandton. Attraversare in auto i quartieri di Hillbrow e Braamfontein dà la sensazione di essere in un film apocalittico, e vengono in mente scene dal film “Blade runner”: grattacieli di epoca anni 70/80 completamente abbandonati, falò di materassi o altri materiali agli angoli delle strade, gente allucinata che ti attraversa la strada. Nei quartieri limitrofi centrali continua la desolazione alternata a sprazzi di normalità, tipo gente che aspetta l’autobus o fa acquisti in negozi che vanno da quelli in stile europeo alle drogherie tradizionali degli sciamani Zulu (Sangoma) che vendono polveri, ossa e amuleti, ma la sensazione del nostro tour pomeridiano anche in questi quartieri è quella di vedere della gente che torna a casa prima del coprifuoco.
L’emblema di tutto ciò è un posto assolutamente da visitare: il Carlton Centre, un hotel di 50 piani completamente abbandonato dove si può visitare solo il centro commerciale al piano 0 e l’ultimo piano dove c’è il Top of Africa, ovvero il piano vetrato dove si può ammirare il panorama della città. Veramente notevole, sia il panorama, sia che un palazzo di 50 piani in centro sia abbandonato, così come tanti altri.

Forti contrasti si vivono anche attraversando i quartieri più periferici (Johannesburg è fatta a colli, quindi è tutto un dolce saliscendi) si va dai quartieri storicamente neri (e in quanto tali non interessati dalle rivolte anti-apartheid) fatti di piccole case, ai quartieri bianchi fatti di mega ville in stile americano, dove però immancabili sono il filo spinato elettrificato, e le guardie private armate! Alcuni quartieri sono delle vere e proprie bidonville dove la popolazione, tutti neri, vivono in baracche minuscole, dormendo tutti insieme in pochi metri quadri senza i servizi essenziali, dove associazioni di volontari fanno i salti mortali per portare una fontanella di acqua potabile, un presidio medico, una scuola e una mensa. Vale la pena prenotare un tour a piedi in una bidonville dove operano queste associazioni che saranno ben felici di mostravi il loro lavoro.
Passateci dopo aver visto un quartiere ricco e il salto sarà davvero notevole… (e la rabbia tanta).

Dove alloggiare: Se volete spendere e fare gli europei andate in una delle classiche catene di hotel a Sandton. Se volete calarvi nella vita di un sobborgo tranquillo potete alloggiare presso uno dei numerosi B&B di Soweto. Se volete respirare un po più di Africa potete alloggiare in uno dei sobborghi storicamente neri. Noi siamo stati a Melville, molto carino e tranquillo anche la sera, con una via principale piena di ristoranti, librerie e pub, e viuzze alberate piacevoli anche di giorno dove scoprire dei negozi di antiquariato locale. Il nostro ostello è stato il The Melville Palm Hostel, tre stanze, un ampio soggiorno e una cucina dove fare colazione o cucinare autonomamente, che ci sentiamo di consigliare.

Come arrivare: i voli per il Sudafrica sono coperte dalle maggiori compagnie europee e non solo. Noi abbiamo viaggiato con Emirates. I prezzi possono variare da compagnia a compagnia in base alle offerte e i periodi, il consiglio è quindi di valutare le diverse tariffe in base al periodo.

Per concludere rispondendo alla domanda iniziale… Johannesburg, è decisamente una città da vedere se volete vedere una città fuori dal comune, seppur non bella, ricca di storia e di contrasti culturali



Share

11 commenti »

  • Giusy said:

    Ci andrò tra qualche settimana per un paio di giorni prima di iniziare un tour in Botswana, potresti, per piacere, darmi qualche nominativo a cui rivolgermi per un tour della città e dei dintorni? Grazie, buona giornata!

  • redazione (author) said:

    Scusaci ma ci è sfuggito il commento, ci sei andata? ti sei trovata bene?

  • clara said:

    Ciao!
    Anche io ho in programma 1 giornata a Jo’burg di rientro da un tour nell’africa meridionale. Ti rivolgo la stessa domanda. Avete dei nominativi per il tour della città per favore?

    Grazie

  • redazione (author) said:

    Ciao, si, puoi rivolgerti a Pieter Strydom, è stata la nostra guida per un giorno. scrivigli pure all’indirizzo mail info@bigsixtoursafaris.com.

  • clara said:

    GRAZIE MILLE

  • Wichasa said:

    Ciao purtroppo nel mio viaggio riesco a fare 2 sole notti al parco kruger (quindi un giornata piena) e 4 notti a johannesburg mi consigli di togliere 1/2gg per aggiungerli al kruger o ne vale la pena mantenere così, tenendo conto che ho in noleggio anche la macchina

  • redazione (author) said:

    Ciao, Per Johannesburg due giorni sono piu che sufficienti, anche un solo giorno intero: ci sono diversi luoghi interessanti tipo quelli descritti nell’articolo, ma non ci sono vie” da passeggiare”. Dedicherei più tempo al parco, o potete andare un giorno a Pretoria che è molto vicina ed è una città carina.

  • Wichasa said:

    Ciao,sono a johannesburg,intanto grazie per la precedente risposta, mi è stata molto utile,vorrei visitare constitution hill,braamfontein e il carlton centre,ho una macchina a noleggio,è fattibile il fai da te,questione sicurezza?

  • redazione (author) said:

    Per visitare autonomamente Constitution hill non dovresti avere problemi, è una zona turistica. Nel Carlton puoi entrare nel parcheggio custodito alla base del grattacielo e da li prendere l’ascensore. Per visitare Braamfontein… non so … noi ci siamo passati in auto per le vie principali, non so dirti se convenga parcheggiare e andare a piedi. Comunque sempre meglio muoversi di giorno. Non perderti Soweto.

  • Wichasa said:

    Grazie mille!!!

  • jfk conspiracy said:

    Join Pura Vida Gallery օn tһe evening oof tһe Marсh 5th Jerome Arrt Wallk tο celebrate Jaxi’s
    debut. The exhibition ɑnd auction features some 132 fashion ⅼots witһ designs fгom twentieth century couture, includding fashionable dresses, outerwear, historical costumes аѕ well as a variety of accessories.
    І am also rе-purposing olld clothing іnto doggie clothing as sewn in tһe “Recycled Hoodie.

Lascia il tuo commento!

Scrivi qui il tuo commento, o trackback dal tuo sito. Puoi anche subscribe to these comments via RSS.

Sii gentile, chiaro, resta in argomento. No spam.

Puoi usare i seguenti tafg html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo è un blog Gravatar-enabled. Per avere il tuo gravatar universale registrati a Gravatar.