Home » Francia, Parigi

Parigi: miniguida ai musei e ai quartieri

11 gennaio 2013 Nessun commento

van-gogh-museo-de28099orsayPer chi crede che Parigi sia una città riservata solo agli inguaribili romanticoni, ecco la buona notizia: vi sbagliate! Parigi è una città dalle mille sfaccettature dove si respira cultura, della moda, dell’arte e poi è bella da morire! Persino i palazzi anonimi hanno nella loro architettura qualche particolare che li rende unici. Figuriamoci le grandi opere!

Cosa c’è da vedere a Parigi? Comincerò dalle cose che più amo di questa città: il colorato, rumoroso e divertentissimo Quartiere Latino, straripante di localetti, cafè, ristorantini aperti giorno e notte e in qualsiasi momento dell’anno. L’atmosfera è sempre spumeggiante ed è proprio qui che si può conoscere la Parigi multietnica, il crogiuolo di civiltà provenienti da terre neanche troppo lontane che convivono perfettamente e allegramente in un’atmosfera sempre briosa. Per chi subisce il fascino del mondo arabo, tappa fondamentale è la Moschea, che si trova proprio nel quartiere. È la più grande di Francia, realizzata in stile ispanico-moresco é dotata di un minareto quadrangolare alto 33 metri. L’intera opera di decorazione é frutto del lavoro di un gruppo d’artigiani dell’Africa del Nord che ha impiegato materiali (soprattutto i mosaici) interamente provenienti dal loro paese.

Non si può andare via da Parigi senza aver visto Montmartre, in quartiere degli artisti e dalla chiesa del Sacro Cuore. Una collina posta nella parte settentrionale di Parigi dalla quale si apre una vista su Parigi assolutamente fantastica. Come è fantastico l’intero quartiere – non a caso nei secoli scorsi vi si potevano incontrare facilmente Picasso, Renoir Van Gogh, Modigliani e molti altri grandi artisti dell’epoca. Ancora oggi vi si trovano pittori, scultori, ritrattisti e personaggi di ogni genere, oltre a tantissimi bistrò, ristorantini caratteristici e negozietti di souvenir. Rimarrete incantati da questo posto.

Così come rimarrete incantati dalla cattedrale di Notre Dame, uno dei simboli di Parigi per eccellenza. Dal fascino misterioso, ha vissuto momenti non sempre gloriosi ma è stata definitivamente consacrata come una delle chiese più importanti del mondo e consegnata alla storia grazie al romanzo di Victor Hugo Notre Dame de Paris. Al suo interno è custodito uno dei chiodi con i quali fu crocifisso Gesù e la corona di spine. Se vi troverete davanti al suo ingresso sarete esattamente nel centro della Francia, perché è proprio lì che si trova la stella di bronzo detta il Punto Zero dal quale vengono calcolate tutte le distante stradali della nazione.

Altro posticino (si fa per dire) dall’atmosfera festosa è il mercato delle pulci di Saint Ouen, che si tiene tre giorni a settimana e cioè sabato, domenica e lunedì. Troverete davvero di tutto libri, mobili d’epoca, vestiti, oggetti rari e talvolta preziosi (basta saperli riconoscere).

Se siete in vena di goliardia non perdete di fare una capatina a Pigalle, il quartiere a luci rosse di Parigi, dove troverete negozi con tanti oggetti “singolari” e i locali più famosi al mondo come il Moulin Rouge, il Crazy Horse e tanti altri. Quartiere davvero divertente non c’è che dire, ma per capirlo fino in fondo dovete andarci.

Naturalmente non c’è bisogno di dirvi che una tappa fondamentale di un qualunque tour parigino degno di questo nome è il Louvre: non vi basterà una giornata per visitarlo tutto, ma vi consiglio vivamente di farlo perché le opere d’arte più importanti al mondo sono lì che aspettano di lasciarvi senza fiato. Ma il Museo d’Orsay è quello che ci sentiamo di consigliare. Già la sede è un’opera d’arte ricavato da una vecchia stazione ferroviaria posta nel cuore di Parigi, sulle rive della Senna custodisce tesori come l’autoritratto di Van Gogh, le ragazze tahitiane di Gauguin, i prati di Manet e i papaveri di Monet.

E a proposito di Senna non dimenticate di fare un giretto sul Bateaux Mouches, una mini crociera sulla Senna è quello che ci vuole per gustare appieno il fascino della città. Consiglio spassionato: fatelo di sera… strepitoso! C’è bisogno di dirvi qualcosa a proposito della Tour Eiffel? Non credo. Anche perché non si può dire di essere stati veramente a Parigi senza esserci saliti almeno una volta durante il vostro soggiorno. Il panorama che si gode da lassù ve lo porterete negli occhi e nel cuore per tutta la vita.



Share

Lascia il tuo commento!

Scrivi qui il tuo commento, o trackback dal tuo sito. Puoi anche subscribe to these comments via RSS.

Sii gentile, chiaro, resta in argomento. No spam.

Puoi usare i seguenti tafg html:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo è un blog Gravatar-enabled. Per avere il tuo gravatar universale registrati a Gravatar.